Privacy Policy
 
  • alessiazecchetti

Il mio compagno vuole coltivare cannabis, sta commettendo un reato?

Aggiornamento: 8 nov


Nella rubrica “L’avvocato risponde”

Buongiorno. Il mio compagno, insieme a mio padre, che è agricoltore, ha deciso di destinare un terreno di nostra proprietà alla coltivazione di cannabis sativa. Io ho già espresso ad entrambi la mia personale preoccupazione, poiché ritengo che ci siano dei profili di pericolosità, temo che stiano commettendo un reato, però non mi vogliono ascoltare. Cosa ne pensa?

Gentile signora, Il D.P.R. 309/90, Testo Unico sugli Stupefacenti, disciplina, all’art. 73, comma 1, le condotte illecite connesse alle sostanze stupefacenti o psicotrope: la norma sanziona “… chiunque…coltiva, produce, fabbrica, estrae, raffina, vende offre o mette in vendita, cede, distribuisce, commercia, trasporta, procura ad altri, invia, passa o spedisce in transito, consegna per qualunque scopo sostanze stupefacenti…”.

Il Legislatore, dopo aver illustrato le diverse condotte, ha stabilito


1 visualizzazione0 commenti